27/03/2012 Computer e nuove patologie: la tendinite da Mouse

Una sindrome connessa all'uso delle nuove tecnologie: cause, sintomi e terapie. Il consiglio del Dott. Massimo Massarella: "Se la patologia viene trascurata degenera in una tenosinovite stenosante o Morbo di De Quervain"

Di Paolo Brandmarte


Dott. Massimo Massarella, Medico Chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia

Dott. Massarella, che cos'è la tendinite da mouse?
"Un'infiammazione che interessa alcuni tendini del pollice, collegata all'uso frequente dello strumento. La tendinite da mouse è una sindrome da sovraccarico del tendine adduttore lungo del pollice e del tendine breve estensore, dettata da particolari movimenti".

Nello specifico, quali movimenti determinano l'insorgenza della patologia?
"Ovviamente, per spostare il cursore sul videoterminale è necessario compiere dei movimenti con il mouse. La pressione esercitata dal braccio e dalla mano sullo strumento di lavoro, il primo dito in abduzione, portano all'infiammazione dei suddetti tendini".

Quali sono i sintomi più evidenti?
"Possiamo riscontrare dolore e difficoltà di movimento del polso e del pollice".

I malati aumentano in maniera esponenziale. Quali consigli si sente di dispensare?
"Non bisogna trascurare sintomi e campanelli d'allarme: se la patologia viene trascurata degenera con particolare danno a carico dei tendini. Alcune volte si associa anche una sofferenza del nervo mediano con presenza di formicolii alla mano, prime tre dita e diminuzione della loro sensibilità".

In questi casi che genere di trattamento si privilegia?
"La terapia prevede l'uso di un opportuno tutore che mette il pollice a riposo (rizosplit), antinfiammatori ed antidolorifici locali. Nei casi più acuti, potrebbe rendersi necessario il trattamento chirurgico".


Casa di Cura Villa Stuart
Via Trionfale, 5952 - 00136 Roma - Tel. 35528200 - 06 35528308